Motivi, fatti e statistiche

Trasporto di pinne in massa – l’insabbiamento è facilitato

Il commercio di pinne di squalo in massa in Europa è consentito secondo la legislazione vigente, purché non si tratti delle 12 specie di squali protette dalla CITES. Nel commercio di corpi interi di squalo, queste specie protette possono ancora essere identificate con relativa facilità, ma se vengono trasportate solo pinne di squalo, anche gli esperti incontrano i loro limiti. Uno dei motivi è che la forma e il colore delle pinne cambiano durante il processo di essiccazione e che manca la proporzione delle dimensioni senza il corrispondente corpo dello squalo. Inoltre, le pinne scambiate sono di solito un miscuglio di diverse fasce d’età – questo rappresenta un’ulteriore difficoltà, poiché nei giovani squali le caratteristiche importanti spesso non sono ancora cosi evidenti.

La confisca di tre tonnellate di pinne di squalo all’aeroporto di Francoforte nella primavera del 2018 [1] è un esempio di come il commercio di specie di squali protette possa essere facilmente coperto in questo modo. Tra le pinne, che dovevano essere esportate dal Messico a Hong Kong attraverso l’Europa, c’erano anche diverse specie protette della CITES. Alcune di queste specie possono essere identificate da caratteristiche uniche delle pinne, facilitate anche da programmi speciali come il software iSharkFin della FAO [2]. Tuttavia, molte specie non possono più essere differenziate in questo modo e devono essere utilizzati metodi complessi per il DNA.

Uno studio scientifico del 2018 mostra inoltre che le pinne di molte specie elencate nella CITES sono ancora in commercio, spesso senza la necessaria documentazione. Attraverso l’analisi del DNA, le pinne di squalo vendute a Hong Kong sono state esaminate e per la maggior parte identificate come specie protette [3]. Hong Kong è il centro principale per le pinne di squalo.

L’estensione del regolamento “Fins Naturally Attached” facilita l’identificazione degli squali per l’importazione e l’esportazione e impedisce l’occultamento di specie commercializzate illegalmente. Inoltre, ci sono chiare prove che molte delle pinne di squalo commercializzate sono state separate dall’animale mediante lo spinnamento [1] – anche questo sarà ostacolato da un’estensione del regolamento e il commercio di squali nel suo complesso diventerebbe significativamente meno attraente.

[1] SHARKPROJECT specifica e archivia le pinne di squalo confiscate, 2018.https://www.sharkproject.org/sharkproject-spezifiziert-und-archiviert-beschlagnahmte-haiflossen/
[2] Food and Agriculture Organization of the United Nations: SharkFin Guide: identifying sharks for their fins
[3] Cardeñosa, D. et al., 2018. CITES-listed sharks remain among the top species in the contemporary fin trade. Conservation Letters, 07

Identificazione delle pinne – una complessa procedura del DNA

L’identificazione delle pinne di squalo nelle importazioni e nelle esportazioni è importante per individuare il commercio illegale e per intraprendere, se necessario, azioni penali. Gli esperti possono aiutare [1], ma in molti casi le specie possono essere chiaramente identificate solo attraverso l’analisi del DNA. Il metodo noto come codice a barre del DNA funziona in modo simile all’analisi delle impronte digitali genetiche in criminologia: il DNA delle pinne di squalo viene isolato, processato e sequenziato. Successivamente, i singoli segmenti di gene vengono confrontati con un database e le pinne di squalo possono essere attribuite alla loro specie sulla base di caratteristiche genetiche specifiche per specie [2]. Questo metodo ha anche dimostrato, ad esempio, che molte specie di squali e razze classificate come minacciate sono ancora disponibili sul mercato internazionale [3] e che i prodotti britannici Fish & Chips contengono carne di squalo [4], comprese le specie in via di estinzione.

Sebbene la codifica a barre del DNA sia stata utilizzata con successo nella scienza e per la protezione delle specie in via di estinzione per diversi anni, il processo è ancora ad alta intensità di manodopera e costoso. La codifica a barre del DNA di grandi quantità di pinne di squalo scambiate, come le tre tonnellate di pinne di squalo confiscate all’aeroporto di Francoforte nel 2018 [1], è quindi molto costosa. Sebbene questo metodo sia adatto per controlli a campione e studi scientifici, non è l’ideale per i test di routine di grandi quantità.

La limitazione del commercio di squali a corpi interi promette di rendere molto più facile l’identificazione delle specie di squali protette durante i controlli di routine. Le costose analisi del DNA verrebbero poi utilizzate solo in casi eccezionali.

[1] SHARKPROJECT specifica e archivia le pinne di squalo confiscate, 2018.https://www.sharkproject.org/sharkproject-spezifiziert-und-archiviert-beschlagnahmte-haiflossen/
[2] Food and Agriculture Organization of the United Nations: SharkFin Guide: identifying sharks for their fins
[3] Cardeñosa, D. et al., 2018. CITES-listed sharks remain among the top species in the contemporary fin trade. Conservation Letters, 07

Gli squali elencati come minacciati dall’IUCN – a partire dal 07 agosto 2019

Note Latin name Common name Trend IUCN classification
Alopias pelagicus Pelagic Thresher Pazifischer Fuchshai vu
Alopias superciliosus Bigeye Thresher Shark Großaugen Fuchshai vu
Alopias vulpinus Common Thresher Shark Gemeiner Fuchshai vu
Atelomycterus baliensis Bali Catshark Bali-Katzenhai ? vu
Brachaelurus colcloughi Colclough‘s Shark Blaugrauer Blindhai vu
Carcharhinus albimarginatus Silvertip Shark Silberspitzenhai vu
Carcharhinus borneensis Borneo Shark Borneohai ? en
new Carcharhinus dussumieri Whitecheek Shark Weißwangen-Hai en
Carcharhinus falciformis Silky Shark Seidenhai vu
Carcharhinus hemiodon Pondicherry Shark Pondicherryhai ? cr
Carcharhinus leiodon Smoothtooth Blacktip Shark GlattzahnSchwarzspitzenhai en
Carcharhinus longimanus Oceanic Whitetip Shark WeißspitzenHochseehai vu
Carcharhinus obscurus Dusky Shark Schwarzhai vu
Carcharhinus plumbeus Sandbar Shark Sandbankhai vu
Carcharhinus signatus Night Shark Atlantischer Nachthai vu
new Carcharhinus tjutjot Indonesian Whaler Shark vu
Carcharias taurus Sand Tiger Shark Sandtigerhai ? vu
Carcharodon carcharias Great White Shark Großer Weißer Hai ? vu
Centrophorus harrissoni Harrisson‘s Dogfish Stummer Gulperhai en
Centrophorus lusitanicus Lowfin Gulper Shark Lusitanischer Schlingerhai ? vu
Centrophorus squamosus Leafscale Gulper Shark Blattschuppen Schlingerhai vu
new Centrophorus owstonii Roughskin Dogfish ? vu
Cetorhinus maximus Basking Shark Riesenhai vu
new Cephaloscyllium albipinnum Whitefin Swellshark cr
Chaenogaleus macrostoma Hooktooth Shark Hakenzahn Hai ? vu
Dalatias licha Kitefin Shark vu
Eusphyra blochii Winghead Shark FlügelkopfHammerhai en
Galeorhinus galeus Tope Shark Hundshai vu
Galeus mincaronei Shawtail Catshark Sägeschwanz Katzenhai vu
Glyphis gangeticus Ganges Shark Gangeshai cr
Glyphis garricki Northern River Shark Flusshai cr
Glyphis glyphis Speartooth Shark Speerzahnhai en
Glyphis siamensis Irrawaddy River Shark Irrawaddy-Flusshai ? cr
Halaelurus boesemani Speckled Catshark Gesprenkelter Katzenhai vu
Haploblepharus fuscus Brown Shyshark Brauner Katzenhai ? vu
Haploblepharus kistnasamyi Natal Shyshark Natal-Katzenhai ? cr
Hemigaleus microstoma Sicklefin Weasel Shark SichelflossenWieselhai vu
Hemipristis elongata Snaggletooth Shark Fossilhai vu
Hemiscyllium hallstromi Papuan Epaulette Shark Papua-Epaulettenhai ? vu
Hemiscyllium strahani Hooded Carpet Shark Hauben Epaulettenhai ? vu
Hemitriakis leucoperiptera Whitefin Topeshark ? en
Holohalaelurus favus Honeycomb Izak Catshark Izak-Katzenhai en
Holohalaelurus punctatus African Spotted Catshark Weiß gefleckter Katzenhai en
Isogomphodon oxyrhynchus Daggernose Shark Dolchnasenhai cr
Isurus oxyrinchus Shortfin Mako Kurzflossen-Mako en
Isurus paucus Longfin Mako Langflossen-Mako en
Lamiopsis temminckii Broadfin Shark Breitflossenhai en
Lamna nasus Porbeagle Heringshai vu
Mustelus fasciatus Striped Smoothhound Gestreifter Samthund cr
Mustelus mustelus Common Smoothhound Grauer Glatthai vu
Mustelus schmitti Narrownose Smoothhound Engnasen-Glatthai en
Mustelus whitneyi Humpback Smoothhound vu
Nebrius ferrugineus Tawny Nurse Shark Gewöhnlicher Ammenhai vu
Negaprion acutidens Sharptooth Lemon Shark SichelflossenZitronenhai vu
Odontaspis ferox Smalltooth Sand Tiger KleinzahnSandtigerhai vu
Oxynotus centrina Angular Rough Shark Gefleckte Meersau ? vu
Pseudoginglymostoma brevicaudatum Shorttail Nurse Shark KurzschwanzAmmenhai ? vu
Rhincodon typus Whale Shark Walhai en
Schroederichthys saurisqualus Lizard catshark Eidechsenkatzenhai ? vu
Scylliogaleus quecketti Flapnose Houndshark NasenlappenGlatthai ? vu
new Scymnodon plunketi Plunket’s Shark vu
Sphyrna lewini Scalloped Hammerhead Bogenstirn Hammerhai ? en
Sphyrna mokarran Great Hammerhead Großer Hammerhai en
Sphyrna tudes Smalleye Hammerhead KleinaugenHammerhai vu
Sphyrna zygaena Smooth Hammerhead Glatter Hammerhai vu
Squalus acanthias Spiny Dogfish Dornhai vu
new Squalus chloroculus Greeneye Spurdog en
Squalus montalbani Philippine Spurdog Philippinischer Dornhai vu
Squatina aculeata Sawback Angelshark Sägerücken-Engelhai cr
Squatina albipunctata Eastern Angel Shark Östlicher Engelshai vu
upgraded Squatina argentina Argentine Angel Shark Argentinischer Engelhai cr
Squatina formosa Taiwan Angelshark Taiwanesischer Engelhai ? en
Squatina guggenheim Guggenheim Engelhai en
Squatina japonica Japanese Angelshark Japanischer Engelshai ? vu
Squatina nebulosa Clouded Angelshark Getrübter Engelshai ? vu
upgraded Squatina occulta Smoothback Angel Shark cr
Squatina oculata Smoothback Angelshark Glatte Engelhai cr
Squatina squatina Angelshark Gemeiner Engelhai cr
Squatina tergocellatoides Ocellated Angelshark ? vu
Stegostoma fasciatum Zebra Shark Zebrahai en
Triakis acutipinna Sharpfin Houndshark Scharfflossen Hundshai en
Triakis maculata Spotted Houndshark Gepunkteter Hundshai vu